Herpes Genitale

L’HSV2 (Herpes Simplex Virus 2) è il nome del virus che causa l’herpes genitale, ma è stato dimostrato che anche l’HSV1 può comportare il generarsi dell’infezione.
La trasmissione del virus avviene attraverso il contatto diretto con l’area infetta durante i rapporti sessuali di tipo vaginale, anale o orale.

I sintomi

Nonostante i primi sintomi di herpes genitale tendano ad essere peggiori delle insorgenze seguenti, spesso accade che essi siano così lievi da passare addirittura inosservati. Se si è stati esposti al virus, i sintomi dell’herpes genitale possono impiegare anche tra i 2 e i 10 giorni prima che si manifestino e possono provocare una sensazione di bruciore e di prurito, o di dolore, intorno all’area infetta. Spesso si verificano lesioni dolorose nella vagina, sul pene, intorno all’area genitale o all’ano, e sulle cosce o sui glutei. I sintomi di herpes genitale femminile possono portare anche a perdite vaginali. Le donne sviluppano di frequente herpes vaginale, con la comparsa di bolle all’interno della vagina. Il virus infetta le persone a periodi e può riapparire.

Il trattamento

Al momento non c’è una cura assoluta per l’herpes; tuttavia, esiste la possibilità di trattamenti che contribuiscono a dare sollievo durante le insorgenze e a ridurre così la frequenza delle stesse. Ci sono tre diversi tipi di medicazioni disponibili per l’herpes, una delle quali potrebbe essere utile anche per ridurre il rischio di trasmissione.

Complicazioni

Data l’impossibilità di una cura per l’herpes, una persona infetta avrà a che fare con le insorgenze e la possibilità di trasmettere il virus ad altri per il resto della sua vita. Per fortuna, l’herpes non causa nessun tipo di malattia a lungo termine, ma durante una insorgenza si è più esposti al rischio di contagiare l’HIV, in quanto le lesioni permettono al virus di introdursi nel corpo con più facilità.

Conseguenze nei bambini

Se si verifica la prima insorgenza di herpes genitale durante le doglie, questo aumenta le possibilità di andare incontro ad un parto prematuro. In più, si può trasmettere al proprio bambino il virus, che può provocare danni nervosi o, in casi estremi, anche la morte. In caso di insorgenza di herpes genitale durante le doglie, potrebbe essere necessario eseguire un parto cesareo.

Fattori di rischio

I casi di herpes sono cresciuti in modo significativo a partire dal 1970, soprattutto tra gli adolescenti. Sebbene chiunque sia sessualmente attivo è a rischio, le donne, specialmente quelle introno ai 20 anni, hanno una possibilità di essere infettate in modo leggermente maggiore rispetto agli uomini.

Prevenzione

Uno dei modi per prevenire l’infezione è quello di astenersi dal contatto sessuale con una persona che al momento sta manifestando le insorgenze di herpes, sia genitale che orale. In ogni caso l’utilizzo del preservativo riduce in modo notevole la possibilità di essere contagiati.

Ricerca

La ricerca attuale sta studiando delle soluzioni per migliorare la medicazione dell’herpes e per creare un vaccino contro l’infezione. Gli scienziati stanno inoltre cercando di sviluppare dei microbicidi che siano in grado di prevenire la diffusione dell’herpes genitale nelle donne.

Questa voce è stata pubblicata in Herpes e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Herpes Genitale

  1. andrea scrive:

    Quali sono le istituzioni o aziende
    che stanno seriamente studiando la soluzione definitiva all’herpes genitale?

    Che possibilità ci sono dello sviluppo di un vaccino
    nei prossimi anni?

    Grazie.

  2. isabella scrive:

    grazie: è dall’età di 20 anni che mi si manifesta una grande macchia rossa con piccole bollicine e irritazione dolorosa sui glutei. e dura quasi 15 g.se gentilmente un esperto possa dirmi superficialmente un parere ne sarei grata. grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>